Record di imprese storiche a Genova

Genova - Con 155 imprese, Genova si conferma la provincia con il maggior numero di aziende storiche in Italia e la lunga vita di queste attività è stata raccolta in un volume: “Archivi d’impresa a Genova” dell’archivista Gemma Torre, presentato alla Camera di Commercio. Si tratta di un affascinante viaggio tra le carte e le testimonianze di oltre cento aziende storiche fondate tra il Seicento e il Novecento nel genovese, per rievocare uno spaccato unico di tre secoli di vivace fermento culturale ed imprenditoriale.

“Quando Unioncamere ha lanciato, nel 2011, il Registro delle Imprese storiche d’Italia – fa notare il presidente della Camera di Commercio Paolo Odone – vale a dire quelle che dopo 100 anni di attività ininterrotta nello stesso settore sono ancora attive, Genova è risultata essere la provincia italiana con il maggior numero di imprese iscritte, un primato che manteniamo ancora, con 155 iscrizioni. Ed è da qui che è partita la ricerca storica di Gemma Torre, che abbiamo voluto presentare proprio davanti alla platea delle tante imprese storiche genovesi che ne sono protagoniste cogliendo l’occasione dell’iscrizione nel registro di 8 new entries selezionate l’anno scorso”.

Il volume, vincitore del Premio Bibliographica bandito dalla Biblioteca di Sardegna e pubblicato dall’Editoriale Documenta, è stato presentato da un nutrito parterre di relatori. Ha aperto l’incontro il presidente Paolo Odone, seguito dal sindaco Marco Doria, da Francesca Imperiale della Soprintendenza Archivistica della Liguria e da Giustina Olgiati dell’Archivio di Stato di Genova. L’autrice Gemma Torre, giovane archivista sanremese, rappresentante juniores della sezione ligure dall’Associazione Nazionale Archivistica Italiana, ha poi presentato natura, contenuti e finalità della sua ricerca.

In chiusura, Paolo Odone ha consegnato gli attestati alle ultime 8 imprese che, dopo l’istruttoria compiuta da Unioncamere, sono state iscritte nel Registro nazionale delle Imprese Storiche: M.A. Grendi, D’Amore e Lunardi, Farmacia della Marina, Farmacia Popolare, Farmacia Gioberti, Raffineria Genovese Metalli (Genova), Excelsior Palace Hotel (Rapallo) e ABB (Milano).

 

Fonte : Il Secolo XIX